• +335-6503647
  • info@magosrl.it

TRASPORTARE

Trasportare cavalli sportivi richiede massima cura e attenzione

 

Quando si partecipa a competizioni sportive e manifestazioni equestri anche ad alto livello è molto importante trasportare i cavalli con molta attenzione, senza che le loro performance sportive possano poi subire riduzioni in termini di efficienza. 

Se non impostato il trasporto in maniera corretta, il cavallo può non solo incorrere in traumi ed urti ma ci possono essere anche altri effetti negativi che poi influioscono sulla performance del cavallo.

E’ fondamentale che il cavallo arrivi in forma smagliante ad una gara per poter aggiudicarsi una vittoria insieme al suo cavaliere. 

Bisogna quindi ricordarsi che anche se ben addestrato il cavallo ha tendenze neofobiche che lo portano dunque a non amare i cambiamenti e luoghi totalmente nuovi e sconosciuti.

Inoltre durante il viaggio il cavallo è posto ad un intenso sforzo muscolare a seguito dell’andamento del mezzo di trasporto. 

Trasporto dei Cavalli come evitare danni alle performance sportive

 

Dato che il trasporto dei cavalli è necessario per arrivare alle gare e al luogo nella quale si tiene una manifestazione è bene sapere come gestire il viaggio e come poter evitare i danni alle sue performance sportive. 

viaggi troppo lunghi non sono un bene per il cavallo, però spesso per arrivare ad una gara si devono fare tanti chilometri e diversi spostamenti.

Iniziamo con il dire che se si fa un trasporto che supera le quattro ore di viaggio si possono avere degli effetti negativi sulle capacità atletiche del cavallo.

Come ovviare a questo problema? 

La soluzione per i viaggi molto lunghi sarebbe quella di calcolare durante il percorso dei luoghi di sosta, dove è possibile far uscire il cavallo e fargli “sgranchire i muscoli” in questo modo anche se il viaggio è molto lungo l’impatto sulle performance sportive sarà meno gravoso. 

Il riposo dopo il trasporto dei cavalli al luogo della competizione

Il riposo per il cavallo è necessario non solo durante il viaggio ma anche all’arrivo al luogo di competizione. E’ impensabile che un cavallo possa gareggiare dopo diverse ore di trasporto, quindi per poter mantenere alte le sue performance sportive è necessario portare il cavallo al maneggio che ospita la competizione almeno un giorno prima della stessa. 

Arrivando almeno un giorno prima della competizione il cavallo potrà avere il tempo di ambientarsi riuscirà a prendere confidenza con il luogo in cui si trova e sopratutto si abituerà ai rumori e agli odori che saranno certamente differenti a quelli a cui è abituato nel suo box. 

Per noi il vostro cavallo è come se fosse il nostro, quindi merita la massima attenzione.

Il riposo lo aiuterà a reintegrare le energie spese durante il trasporto e a riposare i muscoli che si sono contratti per tutto il tempo del viaggio.

Non appena finito il trasporto sarà bene quindi far fare un giro al cavallo per permettergli di prendere confidenza con l’ambiente circostante.

 

Noi di MAGO srl Trasporti Ippici diamo la massima importanza alla salute del vostro cavallo, consigliamo una volta arrivati a destinazione di far bere il vostro cavallo e dargli da mangiare dopo di ché è importante lasciarlo prima riposare un paio d’ore e solo dopo che ha riposato vi consigliamo di gestire con lui un allenamento che possa ripristinarlo per la competizione del giorno successivo. 

Se hai necessità di trasportare il tuo cavallo in competizioni, scegli con cura un buon trasportatore, senza limitarti al prezzo del trasporto, ma valutare con attenzione la tipologia di trasporto scelta.

SCEGLIERE IL TRASPORTO PIU’ ADATTO

Per il trasporto dei cavalli le modalità sono diverse, a seconda delle preferenze, delle occasioni e delle possibilità.

VAN PROPRIO
Il primo comporta il mantenimento e la manutenzione di un mezzo motorizzato e quindi assicurazione, tassa di circolazione, officina (almeno di tanto in tanto) pneumatici, ecc.; a parte il costo dell’acquisto non è proprio economico.
Inoltre una volta arrivati a destinazione se ci si deve spostare si ha un mezzo ingombrante e non troppo confortevole (per gli umani).

TRAILER PROPRIO
Il secondo risulta un po’ meno confortevole (per il cavallo) e necessita di maggiore attenzione durante la guida, ma il costo del mantenimento è poca cosa e si ha sempre l’auto a disposizione; anche il confort (per gli umani) in viaggio è molto migliore che con il van.
Bisogna però tenere presente alcune disposizioni del Codice della Strada (fonte Polizia Stradale di Ravenna):
1. Con la patente B, si possono guidare veicoli con rimorchio con massa (peso) complessiva (motrice+rimorchio), a pieno carico non superiore a 35 q.,purché la massa del rimorchio carico, non superi la massa a vuoto (vedi libretto di circolazione) della motrice.
2. Diversamente, purchè la motrice non superi i 35 q, occorre la patente B E.
3. Se la massa della motrice o se la massa complessiva di motrice + rimorchio superano i 35 q. occorre
la patente C.
Attenzione, la normativa per i TATS (Trasporto di Attrezzature Turistiche e Sportive, come sono generalmente immatricolati i trailer) precisa che per contestarvi qualsiasi infrazione relativa al peso, i mezzi devono essere pesati, non possono contestarvi nulla sulla base di quanto indicato nei documenti o tantomeno su stime presunte.
Attenzione, per i mezzi (auto+trailer) che NON superano il peso dei 35 q. non vi sono prescrizioni anche per l’applicazione degli adesivi con i limiti di velocità.
Ovviamente i mezzi devono essere in regola con le disposizioni sanitarie ed i regolamenti per il trasporto di equidi, e senza le relative autorizzazioni non si possono effettuare trasporti in conto terzi, ma solamente in conto proprio, ovvero con il vostro mezzo potete trasportate solo i vostri cavalli o quelli dei vostri amici.

AFFIDARVI A MAGO TRASPORTI IPPICI
Risolvete ogni tipo di problematica, fate viaggiare i vostri cavalli in massimo confort, ottimizzate i costi, e no avrete più mal di testa.
Prenotate il vostro trasporto personalizzato, contattateci al 335 6503647‬ – oppure visitate il nostro sito: www.magosrl.it

CONSIGLI PER IL TRASPORTO OTTIMALE DEL TUO CAVALLO

  • Equipaggiamento da viaggio per il cavallo: il cavallo deve indossare la cavezza per tutta la durata del viaggio. La maggior parte degli esperti suggerisce una cavezza di cuoio ( non di nylon o corda). In caso di emergenza il cuoio è facile da tagliare. A seconda del clima durante il viaggio, ti potrebbe servire o meno una coperta. I paracolpi e le protezioni per le zampe possono essere importantissime. I paracolpi forniscono ulteriore sostegno e protezione da ferite durante il trasporto (controlla che stiano correttamente o potrebbero fare peggio).
  • Documenti Sanitari: Ti servirà un certificato sanitario rilasciato dal veterinario che dichiari le vaccinazioni e l’esito negativo per il test di Coggins effettuato negli ultimi sei mesi. Controlla i regolamenti statali prima di metterti in viaggio, per vedere se ti servono altre vaccinazioni. Nota: dovresti fare tutto in anticipo per via del tempo necessario al rilascio delle carte.
  • Sii competente nel modo di viaggiare prima di affrontare percorsi lunghi.
  • Cibo: Al cavallo servirà del fieno fresco per il viaggio. Quando sistemi il cibo pensa alla distanza da percorrere. Dovresti fare delle fermate intermedie per dare acqua al cavallo e per assicurarti che sia sempre ben idratato. Potresti scoprire che assumere una persona esperta è più facile ed conveniente in termini di spesa.
  • Fatti un kit di emergenza in caso di incidenti durante il viaggio.
  • Quando trasporti un cavallo in un rimorchio per due, assicuralo nel box in corrispondenza della parte del guidatore.
  • Accertati di aver caricato tutta l’attrezzatura di sicurezza il giorno precedente, così non dovrai affrettarti il giorno dopo per trovare i guanti o la cavezza.
  • Controlla che il trailer sia ben ventilato. Una volta che arrivi a destinazione fai un controllo al cavallo. Esamina le giunture, guarda se hai tagli o graffi e accertarti che non gli sia venuta la febbre.
  • I cavall che non hanno mai visto un trailer possono averne paura e ferirsi se chi li porta non sta attento. È una buona idea fare pratica prima del viaggio, in modo che il cavallo si abitui allo spazio ristretto e buio.
  • Se è possibile, trova un trailer che sia almeno 30 cm più alto del cavallo.
  • Dovrai usare una copertura paraurti per la testa dell’animale, in caso il cavallo si alzi sulle zampe posteriori.
  • Quando fai un viaggio lungo o di più giorni, studia sempre un piano di riserva. Sarebbe meglio che qualcuno guidasse dietro di te su un’altra macchina, in caso tu abbia problemi difficili da capire, come una gomma a terra; in modo da poter arrivare in ogni caso a un’officina meccanica, dal veterinario, ecc.
  • Tieni sempre cavezze, corde e coperte di riserva. Se dovessi rimanere bloccato sulla strada o nel mezzo di un bosco e una delle cavezze dovesse rompersi, ti servirebbe un rimpiazzo pronto. Stessa cosa per le coperte: se all’improvviso calasse il freddo, ci fosse una tormenta o una tempesta, dovrai poter coprire il cavallo.
  • Parti la mattina presto e se puoi, appena fa luce, così vedrai il carico e l’attacco dei cavalli che, di sera, potrebbero non esser eseguiti correttamente. Se devi partire presto di mattina o tardi la sera, carica i cavalli in un’area ben illuminata per evitare qualsiasi incidente.
  • Esistono vari tipi di trasporti per cavalli e altrettanti modi di caricare gli animali. Controlla con il tuo trasportatore per capire quale mezzo faccia al caso tuo e del tuo cavallo.

 Avvertenze

  • I cavalli tendono a perdere dai 900 grammi ai 2 kg per ogni ora che viaggiano al freddo. Al caldo anche di più, quindi controlla sempre che il tuo cavallo sia ben idratato.
  • I cavalli sono imprevedibili e le discipline equestri sono fra gli sport più pericolosi. Preparati a tutto. Meglio avere anche se non serve, che non avere in caso di bisogno.
  • Coperte, paracolpi e protezioni possono scivolare o staccarsi con il tempo. È importante controllare le zampe del cavallo periodicamente se viaggi più di quattro ore. Se il paracolpi non è indossato bene, potrebbe danneggiargliele.
  • Prima del viaggio, per evitare problemi di digestione, meglio non dare granaglie al cavallo.
  • La stanchezza è il problema maggiore quando si viaggia a lungo o in orari estremi. Assicurati di essere preparato al viaggio e non stanco: se sei pronto, fatti una buona colazione con caffè e/o un bel succo. In questo modo sarai sveglio e vigile.
  • Cerca di non viaggiare nelle ore più calde della giornata. Se è inevitabile, fai molte pause per l’acqua e lascia uscire il c avallo per fargli prendere aria.
  • Trasporta un cavallo malato solo se è assolutamente necessario. Meglio non esporlo ad altri cavalli.
  • I trasporti per cavalli hanno dei limiti di peso. Controlla con il produttore e stima il peso di cavallo e attrezzatura.
  • Puoi essere un bravo guidatore, ma è all’altro sulla strada che devi preoccuparti, quindi prendi tutte le precauzioni per evitare incidenti (ossia accendi le luci, metti le frecce, ecc.)

 Cose che ti Serviranno

  • Certificato Sanitario
  • Cibo (fieno fresco)
  • Acqua
  • Trailer in buone condizioni (luci, attacco, ecc.)
  • Cavezza, corde, coperte di protezione, ecc.

VAN

Fai un controllo di sicurezza sul tuo van. Devi essere certo che sia immatricolato e autorizzato alla guida. Un meccanico esperto di questo genere di mezzi saprà fare un controllo corretto al veicolo, oppure puoi portarlo alla Motorizzazione. Puoi anche effettuare tu un controllo basilare, dovresti preoccuparti di: frecce, luci dei freni, pressione delle gomme e mescola, benzina, acqua e altri fluidi oltre l’olio.

Prepara il tuo cavallo. Accertati che sia pronto: il van è piuttosto comodo, ma alcuni cavalli possono non essere convinti dalle sue misure. Rendi l’ambiente famigliare usando le stesse procedure per i trailer. Come per il trailer, il cavallo potrebbe avere caldo all’interno quindi può bastare una copertina leggera, tuttavia, anche i van possono avere spifferi se sono presenti bocchette per la ventilazione aperte invece delle finestre richiudibili. La copertina leggera basterà ma prepara anche qualcosa di più pesante in caso tu debba viaggiare quando è molto freddo. I paracolpi sono essenziali: il van ha una rampa piatta e non inclinata, perché il retro ha una porta classica oltre a quelle normali. Prendi tutte le precauzioni del caso: se il cavallo scivolasse, nel caso peggiore si ferirebbe le zampe. Una cavezza da trasporto è la scelta migliore ma ne basterà anche una classica di buona qualità. Dovresti assicurarti che la corda di guida sia di buona qualità e più lunga del normale. Nei van, il gancio di sicurezza è simile a quello del rimorchio ma potrebbe essercene uno con un anello più in alto, quindi la corda più lunga serve per la sicurezza e la comodità del cavallo.

pferd im hänger 23

Prepara il van. Se hai una rampa ripida, un cancello posteriore o un cavallo abituato a stare nella stalla, dovrai mettere della segatura sulla rampa per evitare che il cavallo scivoli. La maggior parte dei van sarà chiusa e avrà finestre di ventilazione, aprile per far entrare la luce. In questo modo il cavallo si sentirà più a suo agio. I cavalli si possono facilmente corrompere usando il cibo. Per tentarne uno nervoso o testardo, sistema una scia di fieno o un secchio di alimento sul pavimento del van. Per i cavalli che viaggiano senza problemi , sistema la rete con il fieno il secchio per il viaggio. Dato che la rampa del van non è ripida, un cavallo solitamente ci camminerà sopra senza difficoltà ma accertati che la rampa sia abbassata e la porta aggiuntiva aperta, prima che arrivi il cavallo. Assicurati di avere tutto ciò che ti serve per il viaggio: documenti del cavallo e del veicolo, un cellulare, una torcia, gomma di scorta, attrezzi meccanici, un kit di pronto soccorso per persone e animali, ecc. Ti serviranno anche acqua e cibo per te per il cavallo. Assicurati di avere tutto a portata di mano, oltre alla scatola dei guanti nell’abitacolo.

Carica il cavallo come faresti per il rimorchio, ma ricorda che molti van possono non avere i divisori, quindi se viaggi con più cavalli, potrebbero stare molto vicini. Se il tuo cavallo non è abituato a viaggiare, caricane prima uno tranquillo che saprà già cosa lo aspetta e l’altro si sentirà più sicuro, smettendo di agitarsi. Se hai solo cavalli poco abituati, fai entrare prima quello che in assoluto non ha mai viaggiato, in modo che non si inneschi una reazione a catena se uno dei cavalli si agita. Se viaggi con più cavalli, caricali normalmente ma metti quelli più facili da trattare indietro: se durante il viaggio ci fosse un problema, potresti farli scendere e avresti ancora meno problemi se dovessi fermarti sul ciglio della strada, perché i cavalli sarebbero facili da muovere. Quando li leghi, fai un nodo che sia facile da sciogliere e assicurati che ogni cavallo sia tranquillo prima di caricare quello seguente.

pferd im hänger 23

Parti. Molti partono e basta, senza preoccuparsi del carico finché non arrivano a destinazione. Se il viaggio è breve puoi farlo anche tu, ma se pensi di passare più di due ore in strada, meglio mettere in preventivo qualche sosta. I cavalli staranno sicuramente bene, ma se ti stanchi potresti mettere in pericolo la tua vita e quella degli animali. Pianifica le fermate e se vai a una mostra, includi del tempo in più. Se vai lontano, fermati e fai sgranchire le zampe ai tuoi cavalli, falli camminare un po’ in modo che come per le persone, il sangue circoli in tutto il corpo. Se dovessi stare seduto per ore, le gambe ti si addormenterebbero e per i cavalli è lo stesso, quindi hanno bisogno di muoversi. Se sei fortunato, puoi fermarti a casa di un amico o in un albergo a misura di cavalli; in caso contrario calcola qualche fermata. Molti van hanno a volte dello spazio in più. Potrebbe essere la migliore opzione per viaggi che durano più giorni, o se devi spostarti nel paese.

RIMORCHIO

Fai un controllo di sicurezza. Devi essere certo che il rimorchio sia immatricolato e legale da guidare. Un meccanico esperto di questo genere di mezzi saprà fare un controllo corretto al veicolo, oppure puoi portarlo alla Motorizzazione. Puoi anche effettuare tu un controllo basilare, dovresti preoccuparti di: frecce, luci dei freni, pressione delle gomme e mescola, benzina, acqua e altri fluidi oltre l’olio.

Horse in the van

Prepara il cavallo. Assicurati che il cavallo sia pronto per il rimorchio: molti la prima volta che devono salirci esitano, mentre altri sono abituati ai rimorchi a due o tre posti. Rendi l’ambiente famigliare usando le stesse procedure per il trailer. All’interno del trailer può essere piuttosto caldo e un cavallo ha bisogno solo di una copertina leggera da viaggio, tuttavia i rimorchi potrebbero non essere completamente chiusi e quindi pieni di spifferi. Questo vuol dire che una copertina leggera può bastare, ma se viaggi durante le stagioni molto fredde, preparati a portare anche qualcosa di più pesante. I paracolpi sono necessari perché le rampe o il cancello di chiusura sono più inclinati e larghi di quelli in un normale trailer: se il cavallo dovesse scivolare, nel caso peggiore, si ferirebbe alle zampe. La cavezza da trasporto è la cosa migliore, tuttavia anche una normale cavezza di buona qualità basterà. Dovresti assicurarti che la corda di guida sia di buona qualità e più lunga del normale. Nei rimorchio, il gancio di sicurezza sarà in posizione differente rispetto al trailer (solitamente in alto) e quindi una corda più lunga serve per assicurare la sicurezza e il comfort del cavallo.

pferd im hänger 23

Prepara il rimorchio. Se hai una rampa o un cancello posteriore, sarà necessario metterci degli sfalci o della segatura per renderlo più invitante ed evitare che il cavallo scivoli. La maggior parte dei rimorchi hanno parapetti aperti o finestre per la ventilazione: apri tutto per far entrare più luce. In questo modo il cavallo si sentirà meglio. I cavalli si possono facilmente corrompere usando il cibo. Per tentarne uno nervoso o testardo, sistema una scia di fieno o un secchio di alimento sul pavimento del rimorchio. Per i cavalli che viaggiano senza problemi nei rimorchi, sistema la rete con il fieno il secchio incluso nel rimorchio. Dato che la maggior parte dei rimorchi hanno una rampa meccanica, potrebbe essere rumorosa, quindi meglio abbassarla prima dell’arrivo del cavallo; in questo modo ci sarà meno la probabilità che l’animale si agiti o si innervosisca al suono. Assicurati di avere tutto ciò che ti serve per il viaggio compresi: documenti del cavallo e del veicolo, un cellulare, una torcia, gomma di scorta, attrezzi meccanici, un kit di pronto soccorso per persone e animali, ecc. Ti serviranno anche acqua e cibo per te e per il cavallo. Assicurati di avere tutto a portata di mano, oltre alla scatola dei guanti nell’abitacolo.

Carica il cavallo sul rimorchio, ma ricorda che molti non hanno divisori e due o più cavalli sarebbero uno molto vicino all’altro. Se il tuo cavallo non è abituato a viaggiare, caricane prima uno tranquillo che saprà già cosa lo aspetta e l’altro si sentirà più sicuro, smettendo di agitarsi. Se hai solo cavalli poco abituati, fai entrare prima quello che in assoluto non ha mai viaggiato, in modo che non si inneschi una reazione a catena se uno dei cavalli si agita. Se viaggi con più cavalli, caricali normalmente ma metti quelli più facili da trattare indietro: se durante il viaggio ci fosse un problema, potresti farli scendere e avresti ancora meno problemi se dovessi fermarti sul ciglio della strada, perché i cavalli sarebbero facili da muovere. Quando li leghi, fai un nodo che sia facile da sciogliere e assicurati che ogni cavallo sia tranquillo prima di caricare quello seguente.

Parti. Molti partono e basta, senza preoccuparsi del carico finché non arrivano a destinazione. Se il viaggio è breve puoi farlo anche tu, ma se pensi di passare più di due ore in strada, meglio mettere in preventivo qualche sosta. I cavalli staranno sicuramente bene, ma se ti stanchi potresti mettere in pericolo la tua vita e quella degli animali. Pianifica le fermate e se vai a una mostra, includi del tempo in più. Se vai lontano, fermati e fai sgranchire le zampe ai tuoi cavalli, falli camminare un po’ in modo che come per le persone, il sangue circoli in tutto il corpo. Se dovessi stare seduto per ore, le gambe ti si addormenterebbero e per i cavalli è lo stesso, quindi hanno bisogno di muoversi. Se sei fortunato, puoi fermarti a casa di un amico o in un albergo a misura di cavalli; in caso contrario calcola qualche fermata.

TRAILER

Allestisci il trailer. Assicurati che sia adatto e collegato al veicolo di trasporto. Fai un controllo completo incluse luci dei freni, pressione delle gomme e benzina nel serbatoio. Controlla anche di avere nel veicolo un cellulare, documenti medici e legali del cavallo e una piantina con le direzioni necessarie. Sii sempre pronto per eventuali problemi.

Rendi il trailer invitante per il tuo cavallo. I cavalli soffrono di claustrofobia e raramente, per non dire mai, entreranno spontaneamente in uno spazio buio e ristretto. Se hai una rampa di carico, abbassala e buttaci sopra un po’ di segatura per renderla più famigliare per il cavallo. Apri tutte le altre porte e le finestrelle per lasciar entrare più luce possibile. Se riesci, metti del fieno in una zona che il cavallo veda bene anche dall’esterno.

Prepara il cavallo. Usa sempre una cavezza di trasporto con un proteggi testa e metti al cavallo i paracolpi alle zampe. Puoi spazzolarlo ma non è necessario. Se è una giornata calda potrai dargli una passata di spray anti mosche in modo che non scalci troppo, minimizzando così il rischio di farsi del male. Coprilo se appropriato, ricordando che all’interno del trailer potrebbe essere molto più caldo che non fuori. Se hai delle finestre aprile, ma non in modo che il cavallo metta il muso fuori. Rimani tu stesso tranquillo durante tutto il processo perché il cavallo subirà il tuo stress.

Carica il cavallo. Portalo con tranquillità verso la rampa o sul gradino, infine sullo scivolo. Se è nervoso, entra prima tu oppure fai entrare un cavallo più tranquillo se hai lo spazio per due. L’idea è mostrargli che il trailer è un luogo sicuro, non minaccio. Assicurati sempre che un cavallo pesante o che viaggia in da solo, stia nel box dalla parte del guidatore. Il secondo spazio vuoto dovrebbe essere quello dalla parte del passeggero. Se hai problemi, chiedi al tuo istruttore oppure a chi ha esperienza nel trasporto dei cavalli.

Assicura il cavallo nel trailer. Chiudi le porte bloccandole. Ricontrolla che non ci siano nulla di aperto che potrebbe far spostare il cavallo nella zona vuota. Se il cavallo è in compagnia o se sei preoccupato che possa muoversi durante il viaggio, legalo al gancio di sicurezza interna, studiato appositamente a questo scopo. Se preferisci lasciare il cavallo sciolto, controlla bene che sia al sicuro. I cavalli non dovrebbero mai sfiorarsi le froge nel trailer o ne potrebbe nascere una lite.

Parti. Ricorda di evitare superstrade/autrostrade e guida sempre un po’ sotto il limite. Non dimenticare che qualsiasi decisione prenderai, potrebbe mettere a repentaglio la tua vita e quella del tuo cavallo. Sarebbe utile avere un secondo guidatore che segue il trailer, dandoti così spazio di manovra.

3 modi per trasportare al meglio il tuo cavallo

Trasportare un pony o un cavallo è normale per gli appassionati, che sia per andare ad un concorso, dal maniscalco, dal veterinario; come lo è il caricare mangimi e fieno. Tuttavia, il trasporto del cavallo andrebbe fatto con chi è abituato a gestire grossi trailer o rimorchi per cavalli. In questo articolo descriviamo le tipologie di trasporto dei cavalli nei mezzi principali: il trailer semplice, il rimorchio e il van oltre a qualsiasi altro mezzo faccia al caso tuo.

TRAILER SEMPLICE

 

RIMORCHIO

 

VAN

1